PostHeaderIcon Tagliatelle Porri e Cotechino (di Benedetta Parodi)

Tagliatelle Porri e Cotechino (di Benedetta Parodi)

 

tagliatelle 1

Alzi la mano a chi non è capitato di dover smaltire un cotechino avanzato dopo le feste di Natale.

A me capita eccome!! Per ovviare all’inconveniente, mi sono messa alla ricerca e mi sono  imbattuta in questa ricetta della Parodi che risulta semplice ma succulenta allo stesso tempo. Vi consiglio vivamente di provarla e procedo a descriverla.

 

INGREDIENTI

 

1 cotechino precotto

300 g di tagliatelle paglia e fieno

1 porro

1-2 zucchine

acqua di cottura della pasta

olio, sale e basilico q.b.

parmigiano grattgiato

 

PROCEDIMENTO

 

Mettete la pentola per la pasta sul fuoco.

Cuocete il cotechino, estraetelo dalla confezione, eliminate la pelle e tagliatelo a dadini.

Affettate il porro e le zucchine sottilmente e rosolateli in padella con abbondante olio e sale.

Quando le zucchine saranno un poco ammorbidite, aggiungete anche il cotechino (se vi cola nella padella un po’ del suo brodo non guasta).

Aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta e cuocete ancora per qualche minuto.

Scolate le tagliatelle e gettatele nel sugo a fuoco alto evitando di far asciugare troppo (all’occorrenza aggiungete ancora acqua di cottura: il tutto dovrà risultare mordbido e non secco).

Servite con basilico fresco (io l’ho messo nel sugo perchè avevo quello congelato) ed una spolverata di parmigiano.

 

Note: il piatto è piaciuto anche a chi di solito non mangia il cotechino.

PostHeaderIcon Goulash

Goulash

piatto finito 1

Contrariamente a quanto si possa pensare, il goulash non è uno spezzatino ma una meravigliosa zuppa.

goulash

La ricetta che vado a proporvi è dello chef ungherese Istvan Pap, il quale chiarisce che la cipolla da adoperare nella ricetta deve essere pari a quasi la metà del peso in carne. Egli suggerisce, inoltre, di preparare la zuppa con almeno un giorno di anticipo; il goulash, infatti, più volte viene riscaldato più risulta buono. Ragion per cui se dovesse avanzarvi….  niente paura!!

 

INGREDIENTI

 

1/2 kg di manzo tagliato a cubetti di 2 cm

200 g di pancetta affumicata e a dadini

2 cipolle bianche tritate

3 grossi cucchiai di paprika dolce

1 scodellina di pomodorini tagliati a quarti

2 spicchi di aglio tritato

brodo di carne q.b.

1 foglia di alloro

pochissimo cumino

1 carota a cubetti

1 patata a cubetti

1 sedano rapa a cubetti

2 peperoncini verdi (non piccoli) a cubetti

 

PROCEDIMENTO

 Riducete in pezzetti la carota, la patata, il sedano ed i peperoncini.

verdure

In una casseruola, di dimensioni tali a consentire la non sovrapposizione della carne, mettete a soffriggere, a fuoco vivo, la pancetta. Saltatela e mescolatela di tano in tanto.

Aggiungete alla pancetta anche la cipolla tritata e due bei pizzichi di sale. Coprite per far fuoriuscire il liquido contenuto nella cipolla e, quando sarà dorata, aggiungete la carne cuocendola a fuoco alto; in seguito abbasserete la fiamma in modo tale che escano i succhi anche dalla carne.

Dopo un minuto, togliete il tegame dal fuoco ed aggiungete i tre cucchiai di paprika. Rimettete la casseruola sul fuoco vivace ed aggiungete i pomodorini e l’aglio. Fate soffriggere, aggiungete brodo fino a ricoprire la carne, una foglia di alloro e pochissimo cumino. Cuocete 40’/60′, prima coperto e poi scoperto. Aggiungete infine la carota, la patata, il sedano rapa ed i peperoncini e cuocere altri 20′.

goulash in cottura

Servite il vostro goulash in piatti per zuppa e buon appetito.

PostHeaderIcon Djuvec: sformatino di verdure e riso (ricetta slava)

Djuvec: sformatino di verdure e riso (ricetta slava)

djvok

INGREDIENTI

 

4 patate

2 cipolle bionde

250-300 g di riso

2 peperoni medi

5 pomodori rossi tondi grandi (oppure san marzano)

sale, olio, pepe e acqua q.b.

 

PROCEDIMENTO

 

in una teglia medio piccola, adagiate le patate e le cipolle tagliate a fettine sottili, aggiungete un poco di pepe, olio e sale, mescolate e formate uno strato uniforme.

Sciacquate il riso con acqua calda e stendetelo sul composto precedentemente inserito nella teglia ma non lungo i bordi, per evitare che bruci.

Affettate i peperoni a striscioline sottili e stendetele sul riso in strato uniforme senza sovrapporle. Salate.

Spellate i pomodori, sbollentandoli prima per pochi secondi nell’acqua, poi tagliateli a fette ed inseriteli nella teglia, adagiandoli sopra le striscioline di peperoni, formando un bello strato. Salate.

Aggiungete un bicchiere di acqua ed un filo di olio. Infine cuocete a 200° per 45’/50′ coprendo con un foglio di alluminio.

sjvok 1

Eliminate il foglio di alluminio e cuocete ancora per 25’/30′.

Sfornate quando l’acqua sarà evaporata e le verdure risulteranno croccanti e dorate.

PostHeaderIcon Tortino di risotto giallo con la provola

Tortino di risotto giallo con la provola

tortino

 

In realtà questa sarebbe una ricetta da riciclo, nel senso che se vi avanzasse del risotto allo zafferano potreste decidere di aggiungervi della mozzarella nel mezzo e gratinarlo in forno.

Non so a voi, ma a me quest’opportunità non capita mai e, considerata la bontà del piatto finale, vale ben la pena di cucinare un rapido risottino.

 

INGREDIENTI per 6 persone (tortiera da 25 cm di diametro)

 

300 g di riso carnaroli
250 g di mozzarella (provola) a fettine
100 g di prosciutto cotto tritato
3/4 di brodo vegetale
1 bustina di zafferano

50 cl di v.b.

40 g dicipolla
20 g olio
100 g burro

100 g di grana
sale

 

PROCEDIMENTO
tortino1
Preparate il risotto in una casseruola larga e bassa, stufando nell’olio la cipolla tritata (aiutatevi con un poco d’acqua per non farla bruciare ed attaccare) fino a quando risulterà morbida. Aggiungete il riso e tostatelo a fiamma bassa per 3-4 min. Sfumate col vino e continuate la cottura versando poco brodo caldo alla volta. Raggiunti i tre quarti di cottura, aggiungete lo zafferano diluito in un mestolo di brodo e cuocete per assorbimento fino a quando il riso risulterà al dente. Mantecate col burro ed il parmigiano. Aggiustate di sale e pepe.
Quando il risotto si sarà raffreddato, adagiatene metà nel ruoto imburrato a coprire il fondo e schiacciate un poco con dorso della mano. Aggiungete il prosciutto cotto e la mozzarella strizzata. Ricoprite col restante risotto e spolverate con poco parmigiano grattugiato.
Mettete sotto il grill, nel livello centrale del forno e gratinate per 10′ ca.
Ciao micilli!!
Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Cerca
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Online
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette