PostHeaderIcon La musaka

La musaka

Che cos’è la musaka? E’ un piatto greco, non di rapidissima realizzazione, simile alla nostra parmigiana e che io adoro tanto quanto la Grecia stessa. Riuscire a mangiare una musaka fatta “come Dio comanda” non è cosa semplice, neppure in Grecia!! Ho dovuto perciò darmi un gran da fare, nel corso degli anni ho studiato, sperimentato, assaggiato……….. fino a quando un giorno, eureka!! Ho trovato la ricetta dei miei sogni: basta un semplice assaggio e la magia ha subito effetto: mi vedo catapultata nel mare turchese e cristallino al suon di sirtaki,  vedo la spiaggia semideserta e la “taberna” immersa nel verde….. le casette bianche e blu fare capolino tra le rocce….. E mentre sono distratta……. se stanno a magnà tutto, aiutooooooo………


Ingredienti

3 – 4 grosse melanzane

3 patate

600 g di carne tritata

1 grande cipolla tritata

1 spicchio di aglio

1 bicchiere di vino bianco

1/2 mazzo di prezzemolo tritato

1/2 Kg di pelati sgocciolati e tritati

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

1 cucchiaio di cannella in polvere

sale, pepe nero

200 g di pecorino grattugiato

Per la besciamella:

noce moscata q.b.

2 tuorli

1/2 l di latte

50 g di burro

50 g di farina

sale q.b.

PROCEDIMENTO

Lessate le patate ed affettatele allo  spessore di 1/2 cm. (non cuocetele troppo), oppure tagliatele a fette, lessatele 5 minuti  e poi friggetele lasciandole morbide.

Friggete in olio bollente le melanzane e poi lasciatele  scolare a lungo su della carta assorbente.

In una casseruola soffriggete l’aglio e la cipolla (entrambi tritati), aggiungete la carne ed alzate il fuoco fino a farle perdere il liquido. Aggiungete il vino e fate sfumare, aggiungete il prezzemolo tritato, il pomodoro, il concentrato, il sale, il pepe e la cannella e cuocete a fiamma bassa. Preparate la besciamella (se avete il microonde sarà un gioco da ragazzi: fate sciogliere il burro a 650Watt, in un contenitore adatto. Amalgamate con cura la farina e fate andare per 2 min. circa a 500Watt. Versatevi il latte poco alla volta per non formare grumi e cuocete a 600 Watt per circa 3 min., mescolando spesso. Insaporite con il sale e la noce moscata, mescolate e cuocete per 1 min. Mescolate ancora e se è necessario passate ancora al microonde). Quando è pronta togliete dal fuoco ed aggiungete i tuorli e due cucchiai di formaggio grattugiato. Ungete una teglia e disponete sul fondo uno strato di patate che dovrete pepare e salare (cercate di formare uno strato compatto e senza vuoti). Formate, adesso, uno strato di melanzane, salate e pepate anch’esso ed infine coprite con il ragù. Spolverizzare col pecorino grattugiato e ripartire con un altro strato di melanzane e poi ancora ragù e pecorino. Se gli ingredienti bastano fate ancora un’altro strato, altrimenti terminate con uno strato di melanzane e versatevi sopra la besciamella, cospargete con abbondante pecorino e cuocete a 180° per tre quarti d’ora. Ricordate che la musaka va servita tiepida.

P.S.: Non cedete alla tentazione di aggiungere, togliere o modificare qualcosa nella ricetta, provare per credere: il risultato è sorprendente!!

Perle di saggezza partenopea: “A cuoppo cupo poco pepe cape”
Nel cartoccio stretto entra poco pepe (cervello piccolo… poche idee).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

7 Commenti a “La musaka”

  • viola says:

    Ciao, come darti torto…anch’io adoro la musaka, non la faccio mai perchè in effetti è molto laboriosa, ma quando vado in Grecia non me la faccio mai mancare.
    Favolosa.
    Ti faccio i miei complimenti.
    Ti sei cimentata in un piatto davvero elaborato.
    Ma ne vale la pena.
    Un abbraccio e a presto

  • Isa says:

    Metto via questa ricetta di Moussaka. Mi piace molto, ma come dici tu è difficile trovare quella giusta, anche in Grecia e non cambierò niente alla ricetta, promesso.
    Un caro saluto

  • terry says:

    Wow.. un piatto delizioso e una ricetta da segnare, visto che è sperimentata e studiata con amore da te!:)
    brava davvero!

  • Chiara says:

    Ciao…spettacolare questo piatto…un pò laborioso e anche calorico…ma d’altra parte i piatti migliori sono proprio fatti così…baci Chiara

  • Claudia says:

    Sembra gustosissima! Una volta preparavo spesso in casa la versione bulgara che è a base di sole patate e carne macinata. Però la facevo in maniera semplice. Tu sei bravissima!

  • ELENA says:

    SCUSAMI, MA LA MIA MUSAKA, O MEGLIO, QUELLA CHE MI HANNO INSEGNATO A FARE IN GRECIA, E’ UN PO DIVERSA DALLA TUA. I 600 G DI CARNE TRITATA SONO DIVISI IN TRE TIPI DI CARNE PERCHE’ FONDAMENTALE PER UNA “VERA” MUSAKA E’ L’AGNELLO O IL MONTONE PER CIO’ I 600 G SONO DIVISI IN : 200 G DI MANZO, 200 G DI AGNELLO O MONTONE E 200 G DI MAIALE.
    ALTRA COSA CHE SECONDO ME MANCA NELLA TUA RICETTA E’ LA MENTA, QUELLA GRECA APPUNTO, SECCA , DA MESCOLARE CON TIMO E MAGGIORANA.
    PER ULTIMO LE PATATE………. NEL PELOPONNESO LE PATATE LE AGGIUNGONO SOLO IN QUALCHE REGIONE MA NON OVUNQUE.
    PROVA LA MUSAKA SOLO CON LE MELANZANE…..E POI FAMMI SAPERE.
    KALI SPERA EGFARISTO!

  • admin says:

    ciao Elena,
    probabilmente per il mix è come dici tu perchè i tipi di carne che hai elencato sono proprio quelli che usano in Grecia. Io ho mangiato la musaka in varie isole della Grecia, e posso dirti che con questa ricetta ottengo esttamente il risultato sperato. Le patate secondo me, fanno la differenza e perciò non le eliminerei….. voglio provare però a fare come dici tu ed aggiungere le altre spezie.
    Paracalo 😉

Ciao micilli!!
Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Cerca
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette