PostHeaderIcon Panini al latte

Panini al latte
Con la mia personalissima ricetta del danubio leggermente modificata, che alcune di voi già conoscono, realizzo questi meravigliosi panini adatti sia per dolce che il salato.



Ingredienti

1/2 Kg di farina
(possibilmente manitoba, altrimenti 00 – ancora meglio quasi tutta manitoba e poca 00)
1/2 cubetto di lievito
1 cucchiaino di miele (facoltativo)
7 gr. di sale (circa un cucchiaino)
60 gr di burro 
(con la margarina o la sugna però l’impasto sarà più morbido)
50 gr di zucchero
300 ml di latte tiepido
(regolate la quantità di latte fino ad ottenere un impasto morbido come il lobo dell’orecchio)




Procedimento


sciogliamo il lievito in poco latte tiepido ed il cucchiaino di miele, attendiamo qualche minuto e poi aggiungiamo un pò di farina fino ad ottenere un panetto morbido che faremo crescere fino al raddoppio.
Amalgamiamo gli  ingredienti  rimasti aggiungendo il burro all’ultimo.
Incorporiamo i due impasti ottenuti lavorandoli fino ad ottenere un unico impasto liscio e morbido come il lobo dell’orecchio, copriamo con la pellicola e mettiamolo a lievitare al calduccio lontano dalle correnti.



Quando sarà ben lievitato (circa 2 ore), sgonfiamolo senza reimpastarlo e ricomponiamo la forma e rimettiamolo a lievitare. Noteremo che l’impasto questa volta crescerà più velocemente e sarà più morbido.
Sgonfiamolo ancora senza reimpastare, ricomponiamo  la forma e facciamolo lievitare ancora. 
A questo punto siamo pronti per la formatura dei bacetti (cioè quei paninetti piccoli piccoli che si usano nei catering oppure si presentano a tavola per pranzi o cene per essere spalmati di burro e quant’altro). Fate pezzature da 20/30 gr per farli piccoli come bacetti, oppure fateli più grandi se vi piacciono belli cicciotti. Pennellate con il latte e se vi piace spolverate con semini di sesamo.
cuocete in forno a 150° o poco più, con un pentolino d’acqua posto sulla base del forno per circa 15/20 min o comunque fino a doratura.
Per la formatura dei panini ho realizzato un video che spero possa aiutare chi ha problemi nel farlo. Cliccate sul link qui sotto per andare al video.

http://album.alfemminile.com/album/see_530521_143/HOBBY-O-PASSIONE.htmlqui

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

14 Commenti a “Panini al latte”

  • chabb scrive:

    Mamma mia che belli!!!! Tu sei magica con i lievitati!!!! Ti rubero' la ricetta!! HI!!HI!!HI!!
    Besos

  • Alice4161 scrive:

    Buonissimi!sei veramente brava

  • Shade scrive:

    buoni i panini al latte!!!
    brava!!! e complimenti per il blog: il puntatore col micetto è proprio una finezza!!!

  • miciovolante scrive:

    chabb, io adoro i lievitati…… e quando una cosa piace riesce sempre bene ;-)

  • miciovolante scrive:

    miaooooooooo…………..
    grazie!! …… anke da parte del puntatore :-))
    buona notte ad entrambe

  • dauly scrive:

    micio micio……una domanda,secondo te sia nei panini che nelle girelle posso mettere olio al posto del burro????
    tutto perfetto,bravissima…..frrr…frrr….frrr

  • miciovolante scrive:

    ma che bello quando vi leggo………. anzi, quando POSSO leggervi ;-)
    Sì, bella parmigianina mia, secondo me sì: i panini saranno all'olio, le girelle……… mmmmmmmmh.. secondo me si "sente" l'olio. Ma perchè vuoi metterci l'olio?
    Il tuo album cresceeeeeeee………. che bello che è!! frrrrrrr………frrrrrrrrrrrrrr………

  • Anonymous scrive:

    micettoooooooo, ti do un consiglio sulle poolpette di melanzane, invece di bollirle in acqua salata METTILE INTERE con alcuni incisioni da sopra fino la loro lunghezza senza uscire dall`altra parte, poi le metti in foglio di alluminio chiudere bene, e metti in forno a cuocere finché saranno morbide…facendo cosi in questo modo le melanzane NON saranno " acquose " e le puoi schiacciare con la forchetta e aggiungere poi tutti gli altri ingredienti per fare le polpette di melanzane, facendo cosi si risparmia tempo e le melanzane saranno melanzane per niente acquose! poi una altra cosa solo 50gr. di formaggio per 1 chilo di pane raffermo? troppo POCOOOOOOOOOOOOOOOOOO, io ne metterei ben 300gr. di formaggio gratugiato…mai messo solo 50 gr…..il formaggio non lo senti se metti solo 50 gr….questo é solo il mio parere eh….ciao bella
    Anna la strega delle erbe

  • alessandra scrive:

    Ciao miciovolante o qualunque sia il tuo nome. ho trovato questo blog per caso da poco ma è nei miei preferiti. é bellissimo e con un sacco di ricette golose che fanno venir la voglia di provarle ti copierò certo qualche cosa. un’informazione sui tuoi panini al latte si possono congelare? io li faccio quasi uguali ma per i pangoccioli. per i panini con i wurstel devo cambiare la quantità di zucchero? scusa per le tante domande. grazie in anticipo e ancora complimenti per il blog

  • admin scrive:

    Ciao Alessandra,
    benvenuta nel mio sito e molte grazie per i tuoi complimenti molto graditi.
    Allora, io i panini li congelo sempre perchè di solito ne faccio tanti per poi averli già pronti quando ci viene voglia di una serata McDonald’s ;-)
    Per i panini col wurstel non devi cambiare nulla: la quantità di zucchero è la stessa. Ciò che cambia è solamente la forma. Ti aspetto ancora sul mio sito…

  • alessandra scrive:

    ciao ho fatto i panini ma ho avuto problemi con la cottura. dopo 20 minuti a 150° e con l’acqua sul fondo del forno erano molto molli anzi quasi crudi. li ho fatti cuocere ancora 20 min circa alzando il calore. sembravano ancora crudi ma raffreddandosi sono giusti. E’ necessaria l’acqua? 20 min a 150° sono giusti? scusa ma il gusto è buono specialmente con i wurstel e vorrei rifarli ciao e grazie

  • admin scrive:

    Ciao Alessandra,
    non preoccuparti per le domande, chiedi pure tutti i chiarimenti che vuoi.
    Hai utilizzato la ricetta dei panini al latte seguendo bene le istruzioni? I punti da seguire sono:
    - La quantità di latte che utilizzi nell’impasto deve essere quella sufficiente ad ottenere in impasto morbido come il lobo del tuo orecchio.
    - Se hai spezzato l’impasto facendo pezzature da 20-30 grammi, la cottura dovrebbe avvenire in 20 minuti e con temperatura del forno a 150°/160° C; se il panino è più grande ci vorrà un po’ più di tempo (la cottura di solito termina quando il panino risulta dorato)…. è anche possibile che il tuo forno abbia bisogno di una temperatura un po’ più alta (nessuno conosce meglio di te il tuo forno ;-) ). In ogni caso il risultato che vogliamo ottenere è un panino ben soffice e, l’utilizzo del pentolino con l’acqua sul fondo, aiuta l’ottenimento di questo risultato.
    - Se la consistenza finale che vuoi ottenere non è quella di un “paninetto” soffice come i cosiddetti “bacetti”, guarda anche la ricetta per i panini Mc Donald

    Scrivimi ancora se hai bisogno
    ciao

  • alessandra scrive:

    i panini erano in pezzatura da 70 gr almeno e quelli con i wurstel anche di più quindi colpa mia e poi non ho fatto lievitare i panini prima di cuocerli. prima di fare i panini le lievitazioni sono 3? comunque quando si sono raffreddati erano molto meglio. comunque ricetta da riprovare ciao e ancora grazie

  • admin scrive:

    figurati, non c’è di che ;-)
    a presto
    Micio

Ciao micilli!!
Loading

Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Online
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette