PostHeaderIcon La cioccolata calda in tazza è buona, fa bene e…. si può anche regalare!!

Gente che frrreddooooo…… è il momento giusto per una deliziosa, ristoratrice e consolatoria cioccolata calda!! …… Ma prima un po’ di storia 😉

Il cioccolato, fra storia e leggenda, raccontato dalla vostra Miciona d’eccezione.

Il cioccolato……… mmmmmmmh…… che bontà!!!! Io ne sono ghiotta….. Ghiotta??… Ghiotta è dir poco: io ne sono drogata!! Vi racconterò l’avventura del cioccolato iniziata in America tanto tempo fa. I primi agricoltori che si dedicarono alla coltivazione della pianta del cacao furono i Maya durante il regno di Hunahpu, terzo re Maya. Il frutto della pianta era considerato talmente prezioso che era utilizzato anche come moneta. Una leggenda azteca narra che in tempi remoti una principessa fu lasciata, dal suo sposo partito in guerra, a guardia di un immenso tesoro; quando arrivarono i nemici la principessa si rifiutò di rivelare il nascondiglio di tale tesoro e fu per questo uccisa. Dal suo sangue nacque la pianta del cacao, i cui semi sono così amari come la sofferenza, ma allo stesso tempo forti ed eccitanti come le virtù della principessa. La diffusione del cacao in Europa fu merito di Hernàn Coetés. Il conquistatore, giunto nel Nuovo Mondo nel 1519, fu scambiato dalla popolazione locale per il Dio Quetzalcoàti, che secondo la leggenda sarebbe dovuto tornare proprio in quell’anno per riprendersi il suo antico regno. L’imperatore Montezuma, allora, lo accolse a braccia aperte e gli offrì un’intera piantagione di cacao.

La reale diffusione del cioccolato in Europa avvenne nel 1585, anno in cui giunse il primo carico commerciale di cacao da Veracruz. Nel secolo XVII alcuni cioccolatieri di Venezia, di Firenze, ma soprattutto di Torino divennero grandi esperti nell’arte di preparare il cacao ed esportarono i loro prodotti in tutta Europa. Durandte questo secolo la cioccolata aveva conquistato tutti anche per le sue principali qualità nutrienti, digestive, stimolanti, afrodisiache, efficaci contro l’ipocondria, utili per l’alito e la voce. Inoltre in Europa stavano sorgendo le prime fabbriche di cioccolato, ma bisognerà aspettare il 1778 per la prima macchina raffinatrice idraulica della pasta di cacao e l’apparizione dei cioccolatai “industriali”.

—————————————————————————————————

Considerate che  in origine la cioccolata in tazza era fatta con cacao, acqua, vino e spezie. Solo in seguito venne servita calda con lo zucchero, dagli spagnoli. I britannici, poi, sostituirono l’acqua con il latte facendo nascere la ricetta odierna della cioccolata calda. Per queste ragioni, esistono varie scuole di pensiero: c’è chi sostiene che la vera cioccolata in tazza sia quella fatta con l’acqua…. e c’è chi invece la aborra affermando che debba contenere esclusivamente latte; alcuni sostengono che la cioccolata calda sia degna di essere chiamata tale solamente se contiene una tavoletta di cioccolato fondente di qualità….. e c’è chi invece afferma che essa dovrebbe essere fatta di purissimo cacao amaro… 

Io credo che la vera cioccolata in tazza sia quella composta solamente di latte e cioccolato  e che abbia una consistenza semi-liquida, ma…… c’è un “MA” grosso come una casa: la cioccolata in tazza di consistenza densa, è troppo buona!! …

Ecco dunque le varianti migliori, selezionate dal vostro Micione d’eccezione: “malato” di cioccolato e perciò reduce da una lunga esperienza, fondamento di garanzia per tutti voi 😉

Tutte le ricette di seguito descritte sono sufficienti per una sola tazza di cioccolata calda. 

La cioccolata calda può essere aromatizzata a piacere, sciogliendo nel latte una o più di queste spezie e ingredienti: bacca di vaniglia, vanillina, peperoncino in polvere, cannella, scorzette di arancia….. Inoltre potete più o meno zuccherare la vostra cioccolata in tazza con zucchero semolato e/o di canna e guarnirla con un ciuffo di panna montata.

 

Cioccolata in tazza classica: latte e cioccolato 

70 g di cioccolato fondente al 70%

120 g di latte

1/2 cucchiaio di zucchero (è ottimo anche quello di canna)

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, a fuoco lento oppure al microonde. 

Scaldate il latte con lo zucchero e versatevi all’interno il cioccolato precedentemente fuso

Rimettete sul fuoco lento e date una frullata al  mixer per amalgamare e dare “leggerezza”.

 

Cioccolata in tazza semi-tradizionale: acqua, latte e cioccolato

75 g di latte

75 g di acqua

100 g di cioccolato fondente 70%

1/2 cucchiaio di zucchero (anche di canna)

Il procedimento è lo stesso della ricetta precedente.

 

Cioccolata in tazza densa: latte, cioccolato e cacao

24 g di cioccolato fondente al 70 %

100 g di latte

4 g di amido di mais (fecola o altro – NO farina)

4 g di cacao amaro in polvere (di ottima qualità)

1/2 cucchiaio di zucchero (anche di canna)

In un pentolino sciogliete, a freddo, il latte con l’amido ed il cacao setacciati. Aggiungete anche lo zucchero (il quantitativo di zucchero è indicativo: dipenderà dai gusti e/o dalla tipologia di cacao e cioccolato) e scaldate sul fuoco bassissimo fino a quando sarà addensato ed avrà quasi raggiunto il bollore.

Nel frattempo, sciogliete il cioccolato fondente nel microonde (oppure sul fuoco) ed aggiungetelo al composto sul fuoco. Assaggiate per valutare l’eventuale aggiunta ulteriore di zucchero.

Mescolate con una frusta e servite. 

 

Mix per cioccolata in tazza pronta all’uso (tratto da Anice e Cannella): un mix da conservare, ermeticamente in barattolo, per averlo pronto all’occorrenza, oppure da regalare ad amici e parenti in occasione del prossimo Natale, insieme ad altre prelibatezze preparate da voi stessi. 

 

INGREDIENTI
 
180 gr di cioccolato fondente dal 55% al 65%
12 cucchiai di cacao amaro in polvere
4 cucchiai di zucchero di canna
8 cucchiai di zucchero semolato
12 cucchiaini rasi di fecola di patate
 
PROCEDIMENTO
 
Polverizzare nel mixer con le lame il cioccolato fondente facendo attenzione a mixare a intermittenza altrimenti il cioccolato si scioglie.
Metterlo in un barattolo a chiusura ermetica insieme a tutti gli altri ingredienti e mescolare bene.
Conservare in un luogo fresco e asciutto.
 
Preparazione di 1 tazza:
Mettere in un pentolino 3 cucchiai del preparato e scioglierlo in 150 ml di latte versando poco alla volta e mescolando bene con un cucchiaio per sciogliere bene la polvere: fare attenzione a non fare grumi.
Quando il latte è tutto nel Pentolino, mettere a fuoco basso, mescolando sempre, e attendere il bollore. Lasciare addensare.
Sapete Umberto Veronesi cosa dice del cioccolato?
” …Il cioccolato non fa male, a meno che non se ne mangi in quantità eccessiva, il che è vero per qualunque cibo. In tutta coscienza io assolvo il cioccolato dalle molte accuse che gli vengono rivolte e ciò lo dico come uomo, come medico e come persona che si occupa di scienza.”
E lo sapevate che… 
Recenti studi hanno concluso che una giusta quantità di cioccolato è da includere nella dieta ideale per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Infatti è ricco di alcuni polifenoli antiossidanti, che non solo proteggono le nostre arterie, ma potenziano anche le difese immunitarie ed abbassano il rischio di tumore…i grassi del cioccolato sono costituiti per un terzo da acido steatico, che non influisce sul colesterolo e aumenta la glicemia in misura molto più modesta di altri zuccheri...il cioccolato fondente è il dolce più sano che esista, perché è tutto vegetale.
…Sul sistema nervoso svolge un’azione che possiamo definire antidepressiva ed eccitante. L’effetto eccitante è dovuto alla serotonina che è usato come farmaco ed è in grado di procurare un certo benessere psicologico in quanto rende più attiva la connessione fra cellule nervose. Non soltanto: è anche un vasodilatatore cioè aumenta il calibro dei vasi sanguigni del cervello. … “
Effetti sul cuore: uno studio del 2003 promosso dall’Istituto Nazionale Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione di Roma sostiene che il cioccolato fa bene al cuore poiché il fondente aumenta le concentrazioni di antiossidanti nel sangue.
Effetti sulle arterie: Roberto Corti dell’Università di Zurigo ha dimostrato che il cioccolato fondente può ritardare l’indurimento delle arterie. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Heart”.
Effetti sulla depressione: la presenza della feniletilamina e della serotonina nel cioccolato concorre alla diminuzione del fenomeno della depressione.
Effetti sull’acne: non esistono studi scientifici che collegano l’acne con l’assunzione del cioccolato
Evvaiiiiiiiiiiiiiii………………….
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2 Commenti a “La cioccolata calda in tazza è buona, fa bene e…. si può anche regalare!!”

  • dauly says:

    và che me ne faccio una tazza subito!! grazie per le idee miciotta, quest’anno farò solo regali mangerecci e golosi!

  • admin says:

    e sì, anche io avevo deciso di fare così, ma dato che parto……. :-))

Ciao micilli!!
Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Cerca
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette