PostHeaderIcon La zuppa di cipolle…. il piatto che ti scalda e ti conforta nelle fredde sere invernali!

La zuppa di cipolle.... il piatto che ti scalda e ti conforta nelle fredde sere invernali!

Si dice che la zuppa di cipolla fosse una ricetta toscana del 1500 e che prevedesse l’accompagnamento con fette di pane toscano abbrustolito. Si dice anche, però, che Caterina de’ Medici, sposando il re di Francia (EnricoII d’Orléans) vi portò la ricetta. Qui, successivamente, fu trasformata nella ormai famosissima soupe à l’oignon.

La verità è che la zuppa di cipolle, in quanto piatto povero, risulta essere un piatto tradizionale di molti paesi, ma soltanto a Parigi fu elevata al rango di piatto raffinato preparato, quindi, dai migliori chef francesi. Secondo la tradizione francese, la zuppa di cipolle veniva consumata all’alba, dopo una notte “brava”, nei bistrot situati accanto ai mercati generali che, ancora oggi, restano aperti tutta la notte per servire questa prelibatezza preparata con semplici ed umili ingredienti, peraltro reperibili tutto l’anno.

INGREDIENTI per 4 persone:

700/800 g di cipolle dorate

1/1,5 l di brodo di manzo (io uso l’estratto di carne Liebig)

50 g di burro ( di altissima qualità)

fino a tre cucchiai di farina

4 cucchiai di olio

100 ml di vino bianco di ottima qualità oppure un bicchierino di brandy (facoltativo)

1 cucchiaino di zucchero

sale e pepe q.b.

100 gr di emmenthal o groviera (grattugiato grossolanamente)

1 baguette (da cui ricaverete 12 fette)

PROCEDIMENTO

Mentre preparate il brodo, pelate e tagliate finemente le cipolle (io uso la mandolina). Ponetele in una casseruola (possibilmente di coccio) con il burro e l’olio e, dopo poco, aggiungete due pizzichi di sale, un cucchiaino di zucchero ed un po’ di pepe.

Procedete con la cottura a fuoco  moderato lasciando “sudare” le cipolle senza che prendano colore e fino a quando risulteranno morbide (da 10′ a 20′).

Quando le cipolle cominceranno a diventare bionde, spolveratele con un bel cucchiaio di farina, che farete scendere attraverso un colino in modo tale da setacciarla e da non creare grumi. Mescolate con cura per qualche minuto.

Sfumate col vino (oppure col brandy) ed aggiungete circa 1 litro di brodo, ben caldo, e lasciate sobbollire per circa 45′/60′ a fuoco lento, avendo cura di mescolare di tanto in tanto. Aggiungete altro brodo all’occorrenza: fate attenzione a non fare asciugare troppo: la zuppa non dovrà risultare troppo densa (altrimenti risulterà difficile inzupparvi i crostini o il pane tostato) né troppo liquida.

Nel frattempo, grattugiate il formaggio e riducete la vostra baguette in 12 fette oppure in cubetti e tostatele/i in forno oppure saltatele/i in padella con un po’ di burro.

Quando la vostra zuppa sarà cotta, aggiustate di sale e pepe. Una volta cotta, la cipolla dovrebbe disfarsi e rendere la zuppa un po’ cremosa, ma se la vostra zuppa di cipolle dovesse sembrarvi troppo liquida potrete sempre aggiungervi un po’ di farina (mescolatela subito energicamente); nel caso inverso, sarà opportuno aggiungere un po’ di brodo.  Ad ogni modo, se volete rendere la vostra zuppa più vellutata e/o  la cipolla vi desse noia, passatene metà con un frullatore ad immersione.

Prendete 4 cocottine di coccio, sistemate sul fondo un po’ di  crostini, versatevi sopra la zuppa ancora calda e spolverate la superficie con abbondante formaggio grattugiato. Lasciate gratinare in forno a 200/250°C fino a quando si formerà una bella crosticina appetitosa: basteranno pochi minuti ma, se ciò non avvenisse aiutatevi col grill.

Servite con un filo di olio crudo e gustatela ancora calda.

N.B.: nel caso, molto improbabile, che via avanzasse della zuppa, potete conservarla in frigorifero per un paio di giorni (ovviamente senza il pane dentro). Andrà ravvivata scaldandola con un po’ di acqua calda o vino bianco.

Buon appetitooooooooooooooo…………..

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly

4 Commenti a “La zuppa di cipolle…. il piatto che ti scalda e ti conforta nelle fredde sere invernali!”

Ciao micilli!!
Loading

Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette