Archivi per la categoria ‘torte salate’

PostHeaderIcon Tortino di risotto giallo con la provola

Tortino di risotto giallo con la provola

tortino

 

In realtà questa sarebbe una ricetta da riciclo, nel senso che se vi avanzasse del risotto allo zafferano potreste decidere di aggiungervi della mozzarella nel mezzo e gratinarlo in forno.

Non so a voi, ma a me quest’opportunità non capita mai e, considerata la bontà del piatto finale, vale ben la pena di cucinare un rapido risottino.

 

INGREDIENTI per 6 persone (tortiera da 25 cm di diametro)

 

300 g di riso carnaroli
250 g di mozzarella (provola) a fettine
100 g di prosciutto cotto tritato
3/4 di brodo vegetale
1 bustina di zafferano

50 cl di v.b.

40 g dicipolla
20 g olio
100 g burro

100 g di grana
sale

 

PROCEDIMENTO
tortino1
Preparate il risotto in una casseruola larga e bassa, stufando nell’olio la cipolla tritata (aiutatevi con un poco d’acqua per non farla bruciare ed attaccare) fino a quando risulterà morbida. Aggiungete il riso e tostatelo a fiamma bassa per 3-4 min. Sfumate col vino e continuate la cottura versando poco brodo caldo alla volta. Raggiunti i tre quarti di cottura, aggiungete lo zafferano diluito in un mestolo di brodo e cuocete per assorbimento fino a quando il riso risulterà al dente. Mantecate col burro ed il parmigiano. Aggiustate di sale e pepe.
Quando il risotto si sarà raffreddato, adagiatene metà nel ruoto imburrato a coprire il fondo e schiacciate un poco con dorso della mano. Aggiungete il prosciutto cotto e la mozzarella strizzata. Ricoprite col restante risotto e spolverate con poco parmigiano grattugiato.
Mettete sotto il grill, nel livello centrale del forno e gratinate per 10′ ca.

PostHeaderIcon Torta di sfoglia con carciofini e prosciutto

Torta di sfoglia con carciofini e prosciutto

lafetta

Questa ricetta l’ho vista fare nella nota trasmissione “I menu di Benedetta”.

Non ha nulla di particolare, anzi è simile ad un’altra ricetta di torta salata che ho qui nel mio blog.

La cosa che mi ha colpita è che, incredibilmente, la ricetta è stata sveltita ancora di più con l’utilizzo dei carciofini sott’olio.

Ritengo che questa ricetta possa tornare utile in tutte quelle situazioni “disperate” dove c’è bisogno velocizzare e/o di mettere un piatto a tavola che non sia troppo banale. Servitela ad esempio come antipasto: tagliatela a quadrotti e mettetela su di un vassoio per un buffet ed il gioco è fatto.

 

INGREDIENTI

1 vasetto di carciofini sott’olio

2 rotoli di pasta sfoglia (possibilmente rettangolari)

150 gr di stracchino (scamorza, provolone dolce…. un formaggio che fili)

100 gr di prosciutto cotto

 

PROCEDIMENTO

Frullate i carciofi al mixer con un po’ del loro olio finchè non si riducono a patè.

Srotolate la prima pasta sfoglia e disponetela sulla placca da forno tenendo la sua carta sul fondo, poi bucherellate la pasta con la forchetta.

Spalmate il patè di carciofini sulla sfoglia, poi farcite con stracchino a pezzetti e prosciutto cotto a fette spezzettato a mano.

Coprite con il secondo rotolo di sfoglia senza carta forno e richiudete bene i bordi (meglio accavallarli un po’), poi bucherellate un po’ la superficie con i rebbi di una forchetta.

Mettete in forno per 20-25 minuti circa a 200/210 gradi (180° se ventilato).

sfogliata

Servite tagliata a quadretti.

PostHeaderIcon Il tortino di piselli e le “smemorate di Collegno”

Il tortino di piselli e le "smemorate di Collegno"

tortino fetta

Fino ai 25 anni circa, vivevo in un palazzo dove l’affetto e la condivisione era all’ordine del giorno.

In questo edificio, composto di 12 famiglie, il nostro nucleo familiare viveva in armonia con circa la metà dei condomini e, considerato che oggi vivo in una palazzina molto più popolosa, dove le persone a stento si salutano e non si conoscono neppure per cognome, il ricordo delle persone con le quali ho condiviso parte della mia vita diventa ancora più prezioso.

Il mio parlare al passato non vi tragga in inganno perché, ancora oggi, con una di queste persone mi sento ancora regolarmente: essa mi dà una sensazione inspiegabile di “calore”…. di focolare…. di mamma! Ed anche se probabilmente non mi leggerà mai, ne voglio approfittare per salutarla, anche da qui, alla mia maniera: ciao Silvanona “brutta”!

Tra le varie riminiscenze di quel “periodo d’oro”, ricordo che una sera, qualcuna delle nostre vicine, ci omaggiò di un delizioso tortino di piselli.

Se volte considerare che da allora, nonostante aborrissi il famigerato legume verde, ho iniziato a mangiare i piselli……. ho detto tutto!!

Ma veniamo alle “smemorate di Collegno”. Quando mi sono sposata, una delle prime cose che ho voluto imparare a cucinare è stato il famoso tortino. Dunque, mi sono messa al telefono ed ho chiesto lumi alle  “mie signore”, e…… ci credereste mai? Nessuna di loro ricordava di avere mai preparato questo tortino…… A sto punto il tentativo di ricostruire la ricetta sembrava “mission impossible”: chi ci voleva mettere l’uovo battuto, chi lo cuoceva per 1 ora….. chi per mezz’ora…. Insomma, con santa pazienza, dopo vari tentativi, sono riuscita a ricostruire il procedimento che, naturalmente, è il più semplice che si possa immaginare.

Dedicato a Silvana, Teresa, Rosetta e Maria…… ecco la ricetta del tortino di piselli.

 

INGREDIENTI

 

1/2 Kg di piselli fini surgelati (in questo periodo ci sono quelli freschi)

30-40 g di pancetta in cubetti (oppure prosciutto)

1 foglio rotondo di pasta sfoglia

1 cipolla piccola

 

PROCEDIMENTO

 

Inserite, in una pentola a pressione, un mestolino abbondate di olio e la cipolla tagliata a fettine.

Lasciate appassire, aggiungete anche la pancetta e fate colorire (non fate bruciare la cipolla).

Aggiungete una tazzina d’acqua, alzate il fuoco, versate i piselli e chiudete la pentola a pressione col suo coperchio.

Cuocete per 10′ dall’inizio del sibilo abbassando la fiamma.

Una volta diminuita la pressione ed aperta la pentola, salate, girate e rigirate sul fuoco fino ad eliminare tutta l’acqua.

Stendete la sfoglia nella teglia (deve essere un “tortino” piccolo), bucherellatela e versate nel guscio i vostri piselli. Richiudete ripiegando l’eccesso di sfoglia all’interno del tortino, cercando di chiuderla al centro il più possibile.

tortino di piselli

Bucherellate anche la superficie ed infornate a 200° C  per circa 30′ fino a doratura.

PostHeaderIcon Gateau di patate sardo

gatto cotto1

La ricetta proviene dai menu di Benedetta Parodi. Essendo il gateau un piatto tipico della cucina napoletana, la mia curiosità è stata ben presto carpita da questa ricetta. Il risultato è stato buono e, soprattutto, la ricetta è molto “comoda” da preparare. Eccomi, quindi, a farvi partecipi di questo piatto, per me un po’ strano considerata la tradizione partenopea.

 

INGREDIENTI
foglie di salvia qb
1 spicchio d’aglio
 burro qb
4 patate lesse
sale
100 g di Emmental
100 g di stracchino
100 g di scamorza affumicata
parmigiano qb
noce moscata qb

 

PREPARAZIONE
In un pentolino mettete a rosolare, in un bel cubotto di burro, qualche foglia di salvia con lo spicchio di aglio.
Imburrate una teglia da forno piccola e schiacciatevi sul fondo due patate, livellante la superficie con un cucchiaio e salate.
Aggiungete i formaggi tagliati a pezzi e schiacciatevi sopra le altre due patate senza, questa volta, livellarle: dovranno restare così come sono nel momento in cui vengono schiacciate (un po’ ricciolute).

gatto riccioli

Versate il burro aromatizzato a gocce su tutta la superficie, eliminando la salvia e l’aglio.

Completate con una spolverata di parmigiano ed un pizzichino di noce moscata.

gatto pronto per forno

Decorate con due foglioline di salvia e cuocete in forno per 20 minuti a 180°.

gatto cotto

Modi di dire partenopei: “Cesso a vviento!”
Letteralmente: gabinetto aperto. Offesa totalizzante e che non ammette replica rivolta a persona spregevole sia fisicamente, ma soprattutto moralmente che viene equiparata a quei vespasiani pubblici di un tempo costruiti in ghisa ed aperti, per consentire un agevole ricambio d’aria, sia in alto che in basso.
Ciao micilli!!
Loading

Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette