Archivi per la categoria ‘piatto unico’

PostHeaderIcon Passata di piselli con quenelle di ricotta aromatica e gamberoni

Passata di piselli con quenelle di ricotta aromatica e gamberoni

passata

Di solito le ricette presentate dagli chef non sono di facile realizzazione sia per la difficoltà nel reperire ingredienti astrusi che per la poca dimestichezza nell’elaborazione dei piatti.

La ricetta di oggi, invece, è della chef Luisa Valazza ed ha convinto subito la donna lavoratrice che c’è in me per  il compromesso tra semplicità, gusto e “raffinatezza”.

 

INGREDIENTI per 3 persone

olio
1 scalogno
1/2 l di brodo vegetale
300 g di piselli freschi già mondati
sale
300 g di ricotta fresca vaccina (sgocciolata)
cannella
pepe
9 gamberoni (vanno bene anche quelli medi) mondati dal carapace mantenendo però la parte terminale della coda
1 cucchiaino abbondante di menta tritata
pane di segale tagliato a cubetti (io non l’avevo ed ho utilizzato del pancarrè)

1 noce di burro

 

PREPARAZIONE

Soffriggete lo scalogno tritato in poco olio.

Aggiungete i piselli, lasciate rosolare un attimino e coprite con del brodo vegetale, sovrastando di un dito i piselli.

Nel frattempo amalgamate, in una ciotola, la ricotta con la menta, un filo di olio, il pepe ed il sale.

Sciogliete il burro in una padella e tostatevi velocemente i cubetti di pane spruzzandoli anche con un pizzico di cannella ed un filo di olio.

Friggete in poco olio, molto velocemente, i gamberi da ambo i lati.

Quando i piselli saranno teneri, frullateli con un mixer ad immersione per ottenere una sorta di vellutata che dovrà comunque risultare abbastanza morbida (all’uopo aiutatevi, eventualmente, con altro brodo). Lo chef, oltre ad utilizzare il mixer, ha poi anche passato al setaccio la salsa (io non l’ho fatto).

Riempite la base delle fondine con la passata di piselli (circa 2 mestoli per piatto) e adagiatevi sopra 3 quenelle, fatte col composto di ricotta, a formare un fiore non congiunto al centro.

Inserite nel centro 3-4 cubetti di pane.

Tra una quenelle e l’altra adagiate i gamberi ed, infine, decorate il centro con un po’ di menta.

PostHeaderIcon Lasagna vegetariana con besciamella senza burro né latte (light)

Lasagna vegetariana con besciamella senza burro né latte (light)

lasagna porzione

Prima di tutto prepariamo la besciamella “vegetariana” (che risulterà adatta anche agli intolleranti al lattosio).

 besciamella 1

INGREDIENTI

1/2 l di brodo vegetale anche granulare (oppure latte di riso, di soia o acqua leggermente salata)

50 g di farina

da 20 a 50 g (a seconda di quanto volete tagliare le calorie) di olio e.v.o. (possibilmente dal sapore non troppo forte, oppure olio di oliva)

sale e noce moscata a piacere

pepe (facoltativo)

 

PROCEDIMENTO

 

Il procedimento è il medesimo della besciamella classica.

In una casseruola scaldate un pochino l’olio, unitevi la farina setacciandola all’interno della pentola stessa (se avete messo la quantità minima di olio, aggiungete anche un goccio di acqua) mescolando continuamente con una forchetta.

Aggiungete il brodo caldo, un po’ alla volta, facendo cuocere a fiamma bassa fino a quando il tutto si sarà addensato (15′ ca) ed avrà raggiunto la consistenza desiderata. Aggiustate il sapore della vostra besciamella, prima che essa giunga a completa cottura, inserendo: il sale, la noce moscata e l’eventuale spruzzatina di pepe (se non siete in dieta, potete aggiungere anche un po’ di parmigiano grattugiato).

Se la vostra besciamella presenta dei grumi, frullatela oppure aiutatevi con un minipimer ad immersione.

 

 INGREDIENTI PER LA LASAGNA VEGETALE

 250 g di sfoglie per lasagna

(per fare una lasagna più leggera ho preparato le sfoglie con sola farina di semola rimacinata, senza uova. Ho impastato nel Ken con il gancio: 200 gr di semola rimacinata, 100 gr di farina “0”, 1 cucchiai di olio e aggiunto poca acqua tiepida alla volta  impastando per circa 10′ sino ad ottenere un composto in bricioloni – meno acqua riuscirete ad inserire migliore sarà il risultato finale- ho compattato un po’ con le mani e chiuso l’impasto in una pellicola per almeno 1/2 ora. Ho diviso l’impasto e tirato la sfoglia, con il Ken, sino al punto 7. Ho messo le sfoglie, ben infarinate con la semola, ad asciugare su di una tovaglia).

500 ml di besciamella (una valida alternativa è quella di sostituire la besciamella con la ricotta)
200 g di pesto 
3 zucchine medie
1-2 vaschette di pomodorini datterini
100 gr di parmigiano reggiano
1 bicchiere di latte (servirà solamente se la vostra salsetta finale risulterà troppo densa)
Olio e.v.o.
Sale, pepe e noce moscata q.b.
 
PROCEDIMENTO
Lessate le sfoglie di lasagna in abbondante acqua salata, passatele in una zuppiera con l’acqua fredda e poi adagiatele su una tovaglia di cotone ad asciugare (impilatele tra gli strofinacci).
Affettate sottilmente le zucchine con una mandolina. In una terrina, miscelate la besciamella con il pesto, il pepe, il sale e la noce moscata. Valutate la consistenza del composto: dovrà risultare cremoso ma “morbido” (eventualmente, aggiungete un po’ di latte).
Ungete con un filo di olio una teglia di adeguate dimensioni. Coprite il fondo con la sfoglia e spalmate un po’ di besciamella al pesto. Formate uno strato con le zucchine affettate e spolverizzate con abbondante parmigiano. Cospargete, non troppo fitto, con i pomodorini tagliati a metà nel senso della lunghezza e formate un altro strato: sfoglia, besciamella, zucchine, parmigiano e pomodorini.
collage
Terminate con la sfoglia ricoperta di besciamella spolverizzata di parmigiano.
Irrorate con un filo di olio e cuocete in forno a 200° per 20′ ca.
lasagna
Curiosità: se il vostro olio per preparare la besciamella ha un sapore troppo forte, potete sostituirlo con del parmigiano grattato.
Per 1/2 litro di besciamella senza burro, senza olio e, volendo, senza latte.
1/2 litro di latte parzialmente scremato (oppure brodo vegetale anche granulare, latte di riso, soia o acqua leggermente salata)
40 grammi di farina
una pizzico di noce moscata
parmigiano grattato 
sale
pepe

 

Procedimento
 Scaldate il latte facendo in modo che non si bruci nella parte a contatto con la fiamma.
Versare la farina a pioggia nel latte caldo e, mescolando, mettere di nuovo sul fornello a fiamma bassa e mescolare per far rapprendere.
 Trascorsi circa 5 minuti salare, pepare e aggiungere la noce moscata quindi lasciar cuocere per altri 3-4 minuti o comunque per il tempo necessario a farla addensare.
A fine cottura aggiungere il parmigiano, mescolare e utilizzare.

PostHeaderIcon Fusilli allo speck: ideali per la dieta e……… veramente gustosi al palato!

Fusilli allo speck: ideali per la dieta e......... veramente gustosi al palato!

speck1

Dosi per 1 persona:

 

70 g di fusilli

10 g di speck (senza grasso)

20 g di ricotta magra

1 uovo piccolo (20 g)

30 g di zucchine (tagliate in julienne sottile)

poco limone grattugiato

pepe

 

PROCEDIMENTO

Battete l’uovo con la ricotta e tenete da parte.

Mentre cuoce la pasta, saltate in una padella lo speck (senza olio), tagliato a listarelle, sino a quando diverrà croccante.

collage

Aggiungete le zucchine e lasciate insaporire.

Aggiungete un cucchiaio di acqua della pasta, mescolate e togliete la padella dal fuoco.

Mescolate un cucchiaio di acqua della pasta anche nella crema di uovo e ricotta che avete tenuto da parte (in questo modo si scalderà anche l’uovo). Versate subito il composto nella padella e mescolate (la padella dovrebbe essere ancora calda… giusto?).

Impiattate e grattugiate sui piatti un pochino di limone e pepe.

PostHeaderIcon Zuppa di fagioli alla “messican-napoletana”

Zuppa di fagioli alla "messican-napoletana"


fagioli

Anche la ricetta più fedele all’originale, cucinata da una napoletana DOC come me, subisce inevitabilmente un po’ di influenza partenopea…..  Non me ne vogliano, quindi, i “puristi” della ricetta messicana. Vi chiedo di provarla e, de vi fa piacere, commentarla 😉

 

INGREDIENTI per 6 persone

 

1/2 Kg di fagioli neri

6 salsicce (di cui 3 sbudellate e ridotte in briciole)

1/2 bottiglia di passata di pomodoro

1 cipolla

1 spicchio di aglio

vino bianco q.b.

olio e.v.o.

1 pizzico di cumino (facoltativo)

1 cucchiaino di brodo vegetale granulare

sale e pepe q.b.

chili (è una spezia messicana che potete sostituire col tabasco o con il peperoncino piccante in quantità tale da rendere il tutto abbastanza pepato)

 

PROCEDIMENTO

Mettete i fagioli  a bagno in una grossa ciotola con abbondante acqua e lasciateli in ammollo per una notte intera.

sembrano viola, ma in realtà sono neri

sembrano viola, ma in realtà sono neri

Il mattino seguente scolate e sciacquate i fagioli, poi lasciateli ancora un po’ nell’acqua fresca mentre preparate le altre cose.

In una pentola, possibilmente di coccio, rosolate nell’olio la cipolla affetta ed uno spicchio di aglio.

 le cipolle rosse sono più dolci  ;-)

le cipolle rosse sono più dolci 😉

Eliminate l’aglio ed aggiungete le salsicce (sia quelle sbriciolate che quelle intere). Lasciate rosolare (bastano 1-2 minuti) e poi spruzzatele con un po’ di vino lasciando evaporare.

rosolare

Aggiungete la passata di pomodoro, il cumino, il pepe ed il chili.

E’ il momento di scolare definitivamente i fagioli neri e di unirli agli altri ingredienti, aggiungendo acqua a coprire ed il cucchiaino di brodo vegetale granulare.

Cuocete la vostra zuppa per almeno 1 ora (i fagioli dovranno risultare abbastanza teneri). Quando i fagioli saranno quasi giunti a cottura, aggiustate di sale e di pepe .

Servite in piatti di terracotta con fettine di pane casereccio leggermente oliato e tostato.

 

VERSIONE SPEEDY per 3-4 persone:

 

INGREDIENTI

2 vasetti di fagioli borlotti

1-2 salsicce a persona (la metà sbudellate e sbriciolate)

cipolla

olio e.v.o.

vino bianco q.b.

passata di pomodoro (1 bicchiere ogni 2 persone)

prezzemolo, tabasco (o peperoncino forte)

crostini (freselle o pane cafone bruscato)

 

PROCEDIMENTO

Soffriggete nell’olio la cipolla.

Aggiungete le salsicce e fatele rosolare.

Sfumate col vino e inserite anche la passata, il prezzemolo e 2 cucchiaini di tabasco.

Cuocete 10′, poi aggiungete i fagioli ed il sale.

Proseguite la cottura per altri 10′.

Inserite i crostini nei piatti e cospargetevi sopra la zuppa di fagioli. 

 

Perle di saggezza napoletana: ” ‘O puorco se ‘ngrassa pe ne fà sacicce”.
Letteralmente: il maiale è ingrassato per farne salsicce. La locuzione vuole amaramente significare che dalla disincantata osservazione della realtà si deduce che nessuno fa del bene disinterassatamente; anzi chiunque fa del bene ad un altro mira certamente al proprio tornaconto che gliene deriverà, come – nel caso in epigrafe – il maiale non deve pensare che lo si lasci ingrassare per fargli del bene, perché il fine perseguito da colui che l’alleva è quello di procurarsi il proprio tornaconto sotto specie di salsicce.
Ciao micilli!!
Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Cerca
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Online
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette