Archivi per la categoria ‘piatto unico’

PostHeaderIcon Timballo di Mafalde con polpettine

Timballo di Mafalde con polpettine

reginelle 1

Le Mafalde sono una tipologia di pasta napoletana simile alle fettuccine che il popolo, ai tempi, volle dedicare alla principessa Mafalda di Savoia. Esse, pertanto, vennero chiamate mafalde, o più semplicemente “Reginette“. Il formato di pasta, di solito viene utilizzato per condire il mitico ragù. Oggi vi propongo questa ricetta “domenicale” che però potete realizzare anche in settimana grazie alla semplicità di realizzazione.

 

Ingredienti per 6 persone

 

500 g di pasta tipo “reginette”

per le polpette:
300 g di carne macinata

2 uova

50 di grana grattugiato

sale e pepe q.b.

prezzemolo q.b.

mollica di pane all’occorrenza

Per il condimento:

1 scalogno

basilico q.b.

700 g di passata di pomodoro

400 g di pelati

200 g di provola tritata

50 g di grana grattugiato

olio evo q.b.

 

Procedimento

Soffriggete lo scalogno tagliato a metà, con un filo di olio ed aggiungete il pomodoro. Salate e lasciate cuocere.

In una ciotola amalgamate la carne con un uovo intero ed un tuorlo, il formaggio, un pizzico di pepe, prezzemolo sminuzzato e, se vi piace, una grattugiata di noce moscata.

Se l’impasto dovesse essere troppo morbido, aggiungete mollica di pane sbriciolata. Aggiustate di sale ed impastate ancora, quindi iniziate a ricavare le polpettine.

Trasferite le polpettine nel sugo, aggiungete qualche fogliolina di basilico e lasciate cuocere il tutto per 1/4 d’ora.

Lessate le reginette in acqua salata e fatele cuocere circa 9′. Una volta cotte, scolatele e trasferitele in una zuppiera capiente per condirle con parte del sugo ed una spolverata di grana (ma non usatelo tutto).

Disponete un terzo delle reginette sul  fondo di una pirofila piccola (22×30), aggiungete un po’ di sugo e di polpette, spolverate con il grana e la provola. Continuate così fino a terminare la pasta (in totale, dovremo ottenerne tre strati).

Con l’aiuto di un cucchiaio, compattate la pasta ed aggiungete le polpettine restanti, magari cercando di riempire eventuali vuoti. Completate con grana e provola.

Infornate a 180° per 20′.

 

PostHeaderIcon Orecchiette alla “zuccozza”

Orecchiette alla "zuccozza"

FOTO DA HP PHOTOSMART 129

INGREDIENTI

orecchiette (*)

6 cozze a testa

poca zucca

molto prezzemolo tritatato finemente

pepe oppure peperoncino q.b.

 

PROCEDIMENTO

Mettete a lessare le orecchiette.

Preparate la zucca tagliandola a dadini e cuocendola in olio, aglio e peperoncino (dovrà risulatre ben saporita).

Lasciate aprire le cozze in una casseruola e poi diluite la zucca con il sugo fuoriuscito dalle stesse.

Scolate le orecchiette al dente e saltatele nel sugo preparato, tenendo presente che il piatto dovrà risultare piccante, succoso e non secco.

Impiattate adagiando su ogni piatto 6 cozze e moltissimo prezzemolo tritato finemente.

 

(*) Preparazione delle orecchiette al torchio

Utilizzate 97,5 g di acqua tiepida ogni 250 g di farina di semola di grano duro (occorrono circa 39 g di liquido ogni 100 g di farina).

Montate la frusta a K, inserite il liquido nella ciotola ed avviate al minimo aumentando ad 1 per impastare 40 secondi. Spegnete, girate l’impasto ed avviate l’apparecchio impastando per un altro minuto aumentando gradualment la velocità a 5. L’impasto dovrà presentersi a scaglie/briciole (piuttosto asciutta e sabbiosa), ma se non fosse così aiutatevi aumentando l’acqua o la farina sino ad ottenere il composto desiderato.

FOTO DA HP PHOTOSMART 149

Montate il torchio, spolverizzate con farina di semola ed inserite il composto di briciole poco alla volta avendo cura di far cadere nell’incavo l’impasto solamente quando si intravede l’elica. Mantenete la velocità su 1 durante questa operazione (altrimenti le orecchiette non si arricceranno) e tagliate la pasta quando sarà alla giusta lunghezza.

Devo dire che al gusto non sono come le originali pugliesi perchè si presentano un po’ lisce e sottili….. ma pur sempre orecchiette fatte in casa….    ;-)

FOTO DA HP PHOTOSMART 105

Lasciatele asciugare e conservatele in un sacchetto alimentare come fossero quelle comprate al supermercato. In alternativa, potete congelarle nel freezer.

FOTO DA HP PHOTOSMART 033

PostHeaderIcon Farfalle al pesto con gamberi e pomodorini

Farfalle al pesto con gamberi e pomodorini

farfalle

Ecco una pasta fredda che vi conquisterà per la sua bontà e semplicità di realizzazione.

Vi consiglio di tenerla in considerazione per le gite estive fuori porta ;-)

 

INGREDIENTI

350 g di pasta (tipo farfalle)

un bicchierino di pesto

250 g di pomodori datterini 

20 gamberi medi (sgusciati e tagliati in 2-3 pezzi)

olio e.v.o.

zenzero q.b.

ricotta salata q.b.

 

PROCEDIMENTO

Mettete a lessare la pasta in acqua salata.

Versate in una larga padella, senza stare troppo a preoccuparvi, una bella quantità di olio (diciamo un bel fondo).

Tagliate i pomodorini a metà (oppure in quarti) e versateli nell’olio caldo.

Lasciate che cuociano un po’, salate e, quando si saranno ammorbiditi, schiacciateli con i rebbi di una forchetta.

Quando i pomodori avranno ceduto un po’ di colore all’olio (scarsi 10′), aggiungete anche i gamberi con lo zenzero e fate insaporire.

Scolate la pasta la dente e fermatene la cottura passandola sotto l’acqua fredda.

Versate la pasta in una zuppiera e mescolatela col pesto ed un po’ di olio prelevato dal sughetto.

Con un cucchiaio prelevate dalla padella tutti i pomodori ed i gamberi lasciando nella padella l’olio in eccesso che potrà servirvi nel caso in cui la pasta risultasse poco scivolosa.

Mescolate accuratamente i pomodori ed i gamberi con la pasta valutando l’opportunità di aggiungere qualche cucchiaio dell’olio lasciato in padella.

Servite spolverando un po’ di ricotta salata sui piatti e decorando con un paio di gamberi interi.

 

 Note: lo sapevate che la ricotta salata si può conservare congelandola in monoporzioni ?All’occorrenza può anche essere grattugiata senza che si debba scongelarla.

PostHeaderIcon Multistrato di verdure con riso venere e salsina di cipolla agrodolce

Multistrato di verdure con riso venere e salsina di cipolla agrodolce

multistrato

Questa ricetta l’ho vista fare da un’ospite nella nota trasmissione della Parodi e mi ha colpita per il fatto che  raramente mi sono imbattuta in ricette golose con le verdure….. inoltre la salsetta alla cipolla…. mmmmmmh…. vabbuò, iamm annanz!!

Con gli ingredienti che vado ad elencarvi riempirete una pirofila piccolina (da 4-6 persone), considerate però che ogni porzione andrà contornata con del riso ed una salsetta alle cipolle. Leggi il resto di questo articolo »

Ciao micilli!!
Loading

Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette