Archivi per la categoria ‘ricette della tradizione’

PostHeaderIcon Pasta e cavoli alla napoletan-Micio

Pasta e cavoli alla napoletan-Micio

pasta e cavolo

INGREDIENTI

1 cavolfiore

300 g di pasta mischiata

aglio, olio e.v.o. e sale q.b.

2 pomodori (facoltativi)

parmigiano e pecorino q.b.

50 g di lardo (facoltativo)

prezzemolo e peperoncino

 

PROCEDIMENTO

In una larga casseruola (magari di coccio), rosolate con un filino di olio il lardo, il peperoncino e l’aglio.

Eliminate l’aglio ed aggiungete, eventualmente, i pomodori a pezzetti. Inserite, dopo poco, il cavolo ridotto in cimette ed un p0′ di acqua calda.

Salate, incoperchiate e lasciate stufare dolcemente mescolando di tanto in tanto.

Quando il cavolo sarà tenero e dorato, aggiungete la pasta cruda, oppure lessata a metà, con l’acqua bollente occorrente per cuocerla.

Durante la cottura, abbiate cura di aggiungere dei pezzettini di formaggio romano.

Mantecate con parmigiano grattugiato e spolverizzate con prezzemolo tritato.

PostHeaderIcon Cacio e ova

Cacio e ova

 

  20150905_141631

Eccoci ad un altro classico della cucina napoletana, una ricetta veloce e “strepitosamente” buona… ci mettiamo all’opera?

 

INGREDIENTI

 

400 g di tubetti

50 g di pecorino

50 g di parmigiano

4 uova

3 g di sale e 2 g di pepe

 

PROCEDIMENTO

Mentre cuoce la pasta, rompete le uova in una boule ed aggiungete  il sale ed il pepe.

Unite anche i formaggi battendo con una frusta.

Scaldate in padella 4 cucchiai di olio e rosolatevi l’aglio, poi spegnete ed eliminatelo.

Saltate i tubetti in padella e poi gettateli nella ciotola, dove avete bettuto le uova, girando per bene.

Spolverate con un trito di prezzemolo e servite.

 

PostHeaderIcon Il danubio con maturazione in frigo e altre piccole astuzie…

il danubio di solito ha forma circolare, ma poichè con 1 kg di farina vien fuori parecchia roba, di solito lo cucino in una teglia per arrosti di quelle grosse ;-)

il danubio di solito ha forma circolare, ma poiché con 1 kg di farina vien fuori parecchia roba, di solito lo cucino in una teglia per arrosti di quelle grosse ;-)

La ricetta del mio favoloso danubio (scusate la modestia!), come qualcuna di voi saprà, è in continua evoluzione.

La straordinaria riuscita della ricetta ha fatto sì che le richieste tra amici e parenti diventassero esponenziali, per questo motivo ho dovuto studiare un metodo che mi permettesse di suddividere il lungo lavoro e rendere quindi più snella e veloce la preparazione.

All’uopo ho pensato anche ad un metodo di cottura e congelazione che mi permettesse di avere il danubio quasi pronto all’occorrenza. Leggi il resto di questo articolo »

PostHeaderIcon ‘O sicchio ra munnezza (Il secchio della spazzatura)

'O sicchio ra munnezza (Il secchio della spazzatura)

monnezza

Di questo squisitissimo piatto, non avevo mai sentito parlare fino a quando, qualche anno fa, in occasione di una cena nella trattoria ” ‘E Curti” (I Corti) di Napoli, il proprietario spiegò che trattasi di un piatto della tradizione napoletana (forse della tradizione della loro famiglia) che prevede il recupero degli avanzi di “ciociole” (la frutta secca che si sgranocchia alla fine del cenone).

‘O sicchio ra munnezza (Il secchio della spazzatura), è quindi un piatto che ricicla tutte le “ciociole” che si trovano sulla tavola a fine cenone e che verrebbero metaforicamente gettate in un secchio per buttarle.

Se volete “recuperare” un po’ di frutta secca ed assaggiare un piatto semplice, particolare e molto buono, provate questa ricetta e non ve ne pentirete.

Ingredienti per 4 persone
350 g di spaghetti
8 noci
12 nocciole
2 cucchiai di pinoli
2 cucchiai di uvetta
8 pomodorini del piennolo
uno spicchio d’aglio, prezzemolo fresco, sale ed olio extravergine d’oliva q.b.
Procedimento
Fate rinvenire in acqua calda l’uvetta (circa 15′).

Nel frattempo, tritare grossolanamente le noci, le nocciole, i pinoli e l’uvetta.

In una grossa padella, fate rosolare in un bel filo di olio lo spicchio d’aglio; appena sarà dorato toglietelo dalla padella e versatevi il trito di frutta secca, lasciandolo rosolare per 3-4- minuti.

Aggiungete i pomodorini del piennolo tagliati a metà, cuocete gli spaghetti ben al dente e fateli saltare in padella, assieme al condimento, per un paio di minuti. Aggiungete, all’occorrenza, un po’ d’acqua bollente di cottura.

Spolverizzate il tutto con un trito di prezzemolo fresco.

Beveteci su un Lacryma Christi del Vesuvio.

Ciao micilli!!
Loading

Seguimi
Categorie
followers
Pubblicità
Translate
Scambio Banner

Se vuoi scambiare con noi il tuo banner o il link al tuo sito, copia e incolla il codice sottostante.


Dimensioni px: 150 X 50

Seleziona codice
Consigliati per voi
Contatore

free counters

La mia email
miciovolante(at)hotmail(dot)it
Archivio mensile
Mi trovate anche qui!
logo_onlinewine
I più cliccati
Partecipo anch’io
Ricette di cucina
Partecipo anch’io
Il perchè del blog
Questo blog di cucina nasce dalla mia passione per essa, dall’esigenza di mettere in ordine nel mio “bagaglio” ricette e….. perchè no, dalla speranza che qualcuno, nello sfogliare queste pagine, smetta di digiunare e cominci ad aver voglia di assaggiare…….. sentire i profumi…. aver voglia di provare……anche soltanto di cucinare per chi amiamo. A questo scopo, nelle ricette del mio blog, troverete risposta a molte di quelle domande che spesso ci poniamo quando ci adoperiamo in cucina, soprattutto agli inizi. Il cibo ci fa star bene, ci fa socializzare: cosa c’è di più bello del riunirsi attorno ad un tavolo con amici o parenti, magari con un buon bicchierozzo di vino, e deliziarsi con cibi genuini godendo della compagnia di chi ci vuol bene?.. E’ un vero e proprio toccasana per il fisico e lo spirito!! Ricordiamoci però che “in medio stat virtus”, perciò NON esageriamo altrimenti, parafrasando una ben nota pubblicità, diventeremo “tutta ciccia e brufoli”…. OK??? Ora, visto che la mia vita è “un’altalena” in tutti i sensi, le ricette che vi proporrò saranno le più disparate e seguiranno l’andamento incostante dei miei stati d’animo: essendo una donna che lavora, cucino spesso piatti veloci ma, quando ho tempo mi dedico alla preparazione di piatti tipici della mia regione (e non solo); a volte mi capita di prediligere la cucina “sana” ma poi ho anche voglia di coccolarmi cucinando piatti che soddisfino il “palato” e che fanno tanto bene al “cuore”; adoro avere sempre qualcosa di buono, confezionato da me, per la colazione e la merenda di tutta la famiglia…. naturalmente anche questo tipo di preparazioni risentono del mio “status”. Una costante nella mia vita però c’è……. L’AMORE PER MIO FIGLIO!!..... è, e sarà sempre, la cosa più bella di tutta la mia vita!!!!! Non da ultima, infine, la passione per la mia bella Napoli, per la nostra meravigliosa Italia e per il mare; al riguardo, tempo permettendo, pubblicherò nel mio blog: foto, aneddoti, curiosità e tanto altro.
Free Cat Walking MySpace Cursors at www.totallyfreecursors.com
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina
Aggregatore notizie RSS
Date un’occhiatina
Mi trovate anche qui:
Top Blogs di ricette